Convegno sul futuro digitale dell’Alto Adige

Il futuro dell’Alto Adige è digitale, smart e sostenibile: queste le conclusioni del convegno organizzato da Alperia venerdì 31 marzo presso l’auditorium dell’EURAC. Il provider altoatesino di servizi energetici ha così illustrato la propria visione di un Alto Adige “Smart Region” e ha presentato per la prima volta il progetto di una rete a banda ultralarga in provincia di Bolzano. In collaborazione con il colosso delle comunicazioni Huawei, Alperia ha sviluppato un sistema innovativo di rete a fibra ottica, pensato per mettere a disposizione di privati e aziende i più moderni servizi digitali.

Il crescente processo di digitalizzazione coinvolge attualmente gli ambiti più disparati anche in Alto Adige: in occasione del convegno, l’esperto germanico di trend futuri Nils Müller ha illustrato le prospettive del futuro digitale spiegando come prodotti, servizi e aspettative degli utenti dovranno cambiare di conseguenza. Se già oggi è evidente la necessità delle persone di adattarsi velocemente alle nuove tecnologie, in futuro questo trend è destinato a rafforzarsi: i processi di virtualizzazione e digitalizzazione aumenteranno e tutto diventerà sempre più “smart”, quindi più intelligente.

A questo sviluppo Alperia intende contribuire attivamente plasmando il futuro dell’Alto Adige in direzione smart e digitale. “Per concretizzare questa vision nei prossimi cinque anni attueremo investimenti per lo sviluppo della smart region Alto Adige nell’ordine di 120 milioni di euro”, così Johann Wohlfarter, Direttore generale di Alperia. Col progetto smart region vuole Alperia rendere possibile la creazione di un’infrastruttura capillare che sia funzionale allo sviluppo tecnologico e un aggiornamento delle reti, come ad esempio l’Internet of Things, in breve IoT. Con esso si intende che nel mondo digitale il computer verrà integrato sempre di più da “oggetti intelligenti” per arrivare fino all’intelligenza artificiale. 

“Nello sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazione in Alto Adige Alperia può sfruttare importanti sinergie, dal momento che tra reti elettriche e di teleriscaldamento siamo in possesso di 9.000 chilometri di reti, il che ci dà la possibilità di lavorare in modo efficiente sia dal punto di vista delle tempistiche che dei costi”, spiega Sergio Marchiori, Amministratore delegato di Alperia Fiber, affiliata di Alperia. Oltre ad occuparsi dell’ampliamento della rete, Alperia Fiber provvederà anche ad illuminarla. Per la gestione della rete Alperia ha sviluppato un sistema innovativo che consente agli utenti internet di tutta la provincia, e non solo delle zone prevalentemente urbane come avveniva finora, di utilizzare i più moderni servizi digitali. “Con il nuovo sistema tutte le famiglie e le imprese altoatesine, indipendentemente dalla loro posizione geografica, saranno concentrate in un punto centrale. Da lì potranno scegliere tutti i servizi digitali di qualsiasi internet service provider preferiscano”, dichiara Sergio Marchiori a proposito dei numerosi vantaggi. La realizzazione di un tale sistema per l’Alto Adige è stata resa possibile grazie alla collaborazione con il colosso di telecomunicazioni Huawei”, spiega Alessandro Cozzi, Country-Director Enterprise di Huawei Italia, “ed è la prima realizzazione di questo tipo in Europa”.

L’importanza della rete a banda ultralarga ai fini dello sviluppo dell’Alto Adige è stata ribadita nel corso del convegno anche da  Waltraud Deeg, Assessore per l’Informatica, l’Amministrazione e la Famiglia.