Accertamenti della sicurezza post contatore

La procedura di seguito descritta Le consentirà di ottenere l’attivazione o la riattivazione della fornitura del suo impianto di utilizzo del gas nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza e nel più breve tempo possibile.

1. Il venditore fornisce al cliente due moduli, denominati Allegato H/40 e Allegato I/40, già precompilati nella sezione riservata al venditore: dovrà compilare completamente e firmare il modulo Allegato H/40, nella sezione riservata al cliente finale. Con questo modulo, oltre a fornire i dati necessari ad individuare l’impianto da attivare o riattivare, Lei si impegna a non utilizzare l’impianto, anche dopo aver ricevuto il gas, fino a che l’installatore non Le abbia rilasciato la “dichiarazione di conformità”, prevista dal decreto 22 gennaio 2008, n. 37. Attenzione: dovrà impiegare esclusivamente il modulo Allegato H/40 fornitoLe unitamente alla presente lettera altrimenti la fornitura non potrà essere attivata/riattivata.

2. Il modulo Allegato I/40 dovrà essere consegnato all’installatore, che glielo restituirà compilato e con apposti timbro e firma. L’installatore dovrà anche consegnarLe, con il modulo Allegato I/40, la documentazione richiesta dallo stesso Allegato I/40, corrispondente agli “allegati obbligatori alla dichiarazione di conformità”, che comunque l’installatore è tenuto per legge a consegnarle al termine del proprio lavoro.

3. Dovrà trasmettere i moduli Allegato H/40 e Allegato I/40, con la documentazione rilasciata dall’installatore, al recapito indicato sul modulo Allegato H/40, nel più breve tempo possibile, dato che l’Azienda distributrice avvierà la pratica di attivazione/riattivazione della fornitura solo dopo aver ricevuto tale documentazione. 

4. La documentazione sarà sottoposta ad accertamento dall’Azienda distributrice per verificare se l’impianto a cui attivare o riattivare la fornitura di gas è stato realizzato nel rispetto delle norme di sicurezza; in caso di esito positivo Le sarà attivata o riattivata la fornitura, mentre in caso di esito negativo l’impresa distributrice non potrà provvedere all’attivazione della fornitura e Lei dovrà presentarci una nuova richiesta, dopo che il Suo installatore avrà provveduto ad eliminare tutte le non conformità riscontrate e indicate in una apposita comunicazione che Le verrà inviata dall’impresa distributrice; in entrambi i casi il Suo venditore Le potrà addebitare in funzione della portata termica complessiva espressa in kW (Q) del Suo impianto di utenza i seguenti importi massimi: 

€ 47,00Q≤35 kW
€ 60,0035 kW < Q≤35 kW
€ 70,00Q>350 kW

5. Si ricorda infine che nel caso in cui il Suo impianto sia sottoposto a successive verifiche da parte di tecnici del Comune o loro incaricati, Lei dovrà esibire copia della dichiarazione di conformità e dei relativi allegati obbligatori, ragion per cui è invitato a conservare con cura tale documentazione.

Di seguito riportiamo l’ “Allegato informativo per richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore” (Allegato F40), suddiviso tra nuovo allacciamento e modifica dell’impianto: