Natale a impatto zero!

Sostenibilità
Idee green per non sprecare, a cominciare dall’energia.

Le festività natalizie sono alle porte, ma la salvaguardia dell’ambiente non va in vacanza.

Con dei piccoli accorgimenti e senza rinunciare alla bellissima atmosfera festosa e ai meravigliosi momenti di convivialità, possiamo risparmiare energia e salvare l’ambiente oltre che il portafoglio!

Vediamo insieme quali espedienti possiamo utilizzare per ridurre il dispendio di energia e, soprattutto, evitare gli sprechi.

 

Scegli luci a led per l’albero di Natale

Addobbare l’albero è uno dei momenti più belli e magici delle feste, dalla scelta dell’albero, vero per i puristi o di plastica purché riciclato, alla ricerca delle decorazioni.

Fondamentali per il risultato finale sono le luci che dovrebbero essere a led se vogliamo improntare il nostro Natale ad una scelta sostenibile.

Le luci a led, infatti, possono consumare anche il 90% in meno di elettricità rispetto a quelle tradizionali a incandescenza, non scaldano e non rilasciano sostanza nocive per l’uomo e per l’ambiente.

Bisognerebbe, inoltre, accendere le luci natalizie solo nel tardo pomeriggio e spegnerle prima di andare a letto, utilizzando, eventualmente, un sistema di controllo da remoto o un timer in cui impostare l’orario di accensione e spegnimento.

Per le decorazioni esterne, inoltre, è possibile avere le luminarie a costo zero! Con un consumo limitato a 4-6 Watt di elettricità, si possono attaccare le luminarie a un pannellino solare e sfruttare l’energia del sole.

Il risparmio si moltiplica se usi le luci natalizie per illuminare la casa

Se hai installato in casa diverse decorazioni natalizie luminose, sfruttale anche per illuminare gli ambienti, evitando di accendere i lampadari per pranzare o svolgere le altre attività della giornata.

Il risultato sarà un notevole risparmio in bolletta oltre a godere di una piacevole atmosfera!

 

Cucina in modo smart

In cucina è sempre bene non sprecare. Anche energia! Tra fornelli a induzione, forno e altri elettrodomestici, le cene di Natale fanno lievitare i costi delle nostre bollette.

Biscotti di Natale, pasticcio, baccalà e timballo, tengono acceso il forno a dismisura, assorbendo molta energia. Occorre, dunque, ricorrere a qualche piccolo espediente per ridurne il consumo.

Se la combinazione di alimenti lo permette, si può sfruttare la capienza dell’elettrodomestico per cucinare più piatti contemporaneamente.

Per cuocere o solo riscaldare cibi di piccole dimensioni, meglio usare un forno a microonde oppure un fornetto elettrico da 10 litri. Questi ultimi hanno prezzi irrisori (una trentina di euro) e consumi modesti (in genere 800 Watt). Il forno si può spegnere qualche minuto prima del previsto: in questo modo i piatti finiranno di cuocersi altrettanto bene e si potrà risparmiare un po’ di energia elettrica.

Anche l’utilizzo di una semplice pentola a pressione, dimezzando i tempi di cottura, procura un risparmio energetico non indifferente, soprattutto per quelle ricette che prevedono lunghi tempi di cottura come brasati e arrosti.

Un’altra alternativa è la cottura a vapore a castello. Si possono cucinare contemporaneamente più alimenti dimezzando l’energia consumata.

Se non vuoi limitarti al risparmio di energia, ma vuoi rendere il tuo Natale ancora più sostenibile ecco altri piccoli consigli:

Eco-consigli per un Natale sostenibile

Lascia l’auto in garage e cammina

Molte persone tendono ad utilizzare di più l’automobile durante le festività a causa delle corse da un negozio all’altro per l’acquisto dei regali e del freddo. È un vero peccato perché si perde molto dell’atmosfera natalizia di cui si godrebbe andando a piedi oltre che consumare più carburante.

Apparecchia la tavola in modo ecologico

Apparecchia la tavola senza ricorrere a piatti, cannucce e bicchieri di plastica o di carta. Non importa se sono biodegradabili e compostabili: abbandona il monouso per ridurre l’impatto ambientale.

Metti in tavola la sostenibilità

Privilegia prodotti provenienti da agricoltura biologica, locali, stagionali e liberi da OGM. Evita frutta esotica e dimezza il consumo di carne, latte e derivati. Scegli il pesce giusto, imparando a consumare meno e meglio: evita merluzzo, salmone, gamberi, tonno rosso e pesce spada.

Acquista semplicemente di meno

Il consumismo eccessivo alimenta la crisi climatica. Prima di fare un acquisto per le feste chiediti se è davvero indispensabile, e se non ti serve, non comprarlo. Acquista meno vestiti.

In media, ogni anno compriamo il 60 per cento in più dei capi d’abbigliamento di cui abbiamo davvero bisogno e la loro durata si è dimezzata rispetto a 15 anni fa, producendo montagne di rifiuti tessili. Scegliamo vestiti di seconda mano più duraturi e che possano essere riparati.

Scegli regali sostenibili

Puoi avere consapevolezza e responsabilità verso l’ambiente anche negli acquisti che fai, acquistando prodotti che durino nel tempo, optando per confezioni plastic-free e pacchetti realizzati con materiali di riciclo.

Prediligi regali zero waste che possono essere riutilizzabili o meglio ancora regala un’esperienza! Per esempio, una cena, dei biglietti per il teatro o per un concerto, un corso on-line o un’esperienza di sport estremo. Le idee possono essere tante ed il regalo sarà sicuramente più apprezzato dell’ennesimo paio di guanti.

Prediligi i prodotti a km 0

Se ti piace regalare prodotti alimentari come il classico cesto natalizio, prediligi prodotti a km 0, riducendo le emissioni di CO2 causate dal trasporto dei prodotti, farai un regalo sostenibile e sosterrai i piccoli produttori locali.

Puoi anche decidere di sostenere il commercio solidale o l’operato di associazioni che si occupano di tutela dell’ambiente.

Tra le ONG, ce ne sono tante con questo obiettivo ed è possibile supportarle facendo una donazione o comprando i loro prodotti etici e sostenibili

Fai attenzione al pacchetto regalo, anche quello può essere sostenibile!

Scegli il regalo perfetto e, al posto della tradizionale e poco ecologica carta da regalo, scatena la tua fantasia utilizzando carta, nastri e altri materiali avanzati e pronti per essere riutilizzati.

Possiamo, dunque, imparare a trascorrere le feste limitando gli sprechi e riducendo i consumi, rivedendo le nostre abitudini dando vita a tradizioni innovative e rispettose dell’ambiente.

Auguriamo a tutti un Buon Natale!

Leggi anche

foreste
Sostenibilità

Con il 2022 si è concluso un anno denso e complesso, segnato da storie di guerre e pandemia. La crisi ambientale si è fatta sentire: il mondo è sempre più soggetto a eventi climatici estremi strettamente correlati con la crisi climatica e il riscaldamento globale.

Abbiamo, però, deciso di ripercorrere il 2022 in positivo, cercando le buone notizie legate alla salvaguardia dell’ambiente che lo hanno caratterizzato, per poter guardare al futuro con la speranza, l'ottimismo e la volontà di risolvere i problemi e le conseguenze che derivano dalle azioni scellerate dell'uomo.

5 Min
Trends
energie rinnovabili
Sostenibilità

«La disponibilità di energia, in questo momento, è la chiave della crisi e della sua risoluzione». Inizia così il Rapporto ASviS 2022 nella sezione dedicata al Goal 7 degli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, “Energia pulita e accessibile”. Un incipit significativo che evidenzia come la gestione energetica sia oggi più che mai centrale.

3 Min
Trends