Professioni STEM: la rincorsa delle donne

Sostenibilità
Professioni STEM: la rincorsa delle donne

Il gender gap – ovvero la mancanza di equilibrio di genere – nei settori a più alto contenuto tecnologico e professionale, è un dato di fatto. Permangono stereotipi e pregiudizi che rendono la presenza di figure femminili nelle professioni STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) ancora limitata.

«Siamo nel Ventunesimo secolo e affermare che le donne sanno solo cucinare e non riescono a tenere in mano un cacciavite è una visione superata da tempo». A dirlo è Noemi Hueber, la prima donna a lavorare come elettricista nella distribuzione elettrica di Alperia.

La disparità inizia fin dai percorsi formativi. In Italia solo il 18,9% delle laureate ha scelto discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), come emerso dall’indagine #ValoreD4STEM dell’associazione Valore D su dati AlmaLaurea 2021. Non solo: proprio AlmaLaurea nel suo report Gender Gap 2021 mette in evidenza la diversa composizione di genere di queste lauree: la componente maschile è del 59,8%, rispetto al 40,2% di quella femminile, in particolare tra i gruppi di ingegneria, scientifico e politico-sociale dove la presenza maschile supera i due terzi. Le donne però, anche se minori per numero, sono più brave: hanno in media voti di laurea più alti e sono più regolari negli studi. Nonostante le performance universitarie migliori, le ragazze sono penalizzate sul mercato del lavoro. A cinque anni dalla laurea in discipline STEM, il tasso di occupazione è quasi del 93% per gli uomini, dell’86% per le donne. E anche le retribuzioni sono inferiori: gli uomini dichiarano di percepire una retribuzione di circa 1.760 euro mensili, le donne 1.472 euro. 

La nostra collega Noemi Hueber è la prima donna in assoluto a lavorare nella distribuzione elettrica in Alperia. Per convincersi dei superpoteri delle donne basta vederla in azione nel video. Ascolta qui la sua testimonianza:

 

 

 

Eppure, le competenze sviluppate dalle discipline STEM sono sempre più richieste dal mercato: si stima che nei prossimi 10 anni le occupazioni in questo campo cresceranno due volte più velocemente rispetto alle altre occupazioni e garantiranno maggiori possibilità di carriera e di guadagno. Per questo è fondamentale che le donne non restino ai margini di questi settori e che abbiano invece la possibilità di esprimere al meglio le loro potenzialità e professionalità. Un percorso che va rafforzato a scuola, in famiglia, nella società in generale e che spesso significa scardinare molti limiti imposti e autoimposti. Non a caso, infatti, anche l’ONU ha inserito la parità di genere tra i suoi Obiettivi di sviluppo sostenibile - SDGs. Obiettivi a cui concorre anche Alperia. Stiamo infatti lavorando per attirare più donne nelle professioni tecniche – come dimostra la storia di Noemi - e per aumentare la percentuale di manager donne: già dal 2019 la Presidente del nostro Consiglio di Gestione è una donna e l’organo stesso è costituito per il 50% da donne. Abbiamo inoltre iniziato a sviluppare piani di leadership dedicati specificatamente alle donne. E al contempo, in quanto azienda certificata con l’Audit Famiglia e Lavoro, assegnato dall’Agenzia per la famiglia della Provincia Autonoma di Bolzano e della relativa Camera di Commercio, promuoviamo misure di conciliazione, orari ridotti e flessibili e smart working e diamo la possibilità di svolgere ruoli di responsabilità anche in part time. Si tratta di misure essenziali per garantire una piena parità in ogni ambito professionale e per far sì che Noemi Hueber non resti la sola. Con l’obiettivo e l’ambizione di arrivare presto a normalizzare la partecipazione femminile al mondo del lavoro, anche nelle discipline STEM. 

Leggi anche

Vivere più sostenibili con l'aiuto delle app
Sostenibilità

Adottare uno stile di vita all’insegna della sostenibilità permette di ridurre gli sprechi di risorse, limitare l’inquinamento, salvaguardare la natura, in poche parole, permette di ridurre il nostro impatto sull’ambiente e salvaguardare il pianeta.

4 Min
Energy Tips