Chiudi
Cerca nel sito

Il teleriscaldamento a Merano

Tecnologia che dà calore e protegge il nostro ambiente.

La nostra offerta

Attraverso l’impianto di teleriscaldamento di Merano serviamo calore nei comuni di Merano e Lagundo.

Il prezzo di fornitura del calore a Bolzano è costituito da una quota variabile, espressa in €/kWh, articolata in scaglioni progressivi di consumo ripartiti sull’anno (gennaio-dicembre), e da una quota fissa, commisurata alla potenza installata.

Quota fissa

per potenza installata (iva escl.)

+

Quota variabile

per consumo su base annua (iva escl.)

Info e documenti

Dettagli
  • I prezzi indicati nell’offerta non comprendono l’IVA, e sono assoggettati ad aliquota ordinaria. L’aliquota ridotta, riconosciuta al n° 122 della tabella A parte III del DPR 633/72 per prestazioni di servizi relativi alla fornitura e distribuzione di calore-energia per uso domestico, come definito dalla circolare n° 82 del 7 aprile 1999, è applicata alle forniture condominiali solo in caso non vi sia contestuale esercizio di imprese o prestazione di servizi rilevanti ai fini IVA, e l’energia fornita sia prodotta rispettivamente da fonti rinnovabili o da impianti di cogenerazione ad alto rendimento.
  • L’aggiornamento della quota fissa annua viene effettuato a partire dal 1° gennaio di ciascun anno n, sulla base dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati (FOI) del Comune di Bolzano, pubblicato dall’istituto provinciale di statistica ASTAT con riferimento al mese di novembre dell’anno n – 1. Il Fornitore si riserva la facoltà di non effettuare il presente adeguamento.
  • Di norma l’aggiornamento della quota variabile dell’energia da telecalore avviene con frequenza mensile con riferimento alle variazioni del prezzo del gas determinate dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), come indicato nella delibera ARG/gas 64/09 s.m.i. (Testo Integrato delle attività di vendita al dettaglio di gas naturale e gas diversi da gas naturale distribuiti a mezzo di reti urbane – TIVG), nonché a tutte quelle variazioni imposte per legge.
  • Qualora al Cliente spetti il credito d’imposta ai sensi dell’art. 8, comma 10, lett. f, della Legge n. 448/98 e ss.mm.ii., potrà beneficiare della relativa deduzione nell’ammontare stabilito dalla vigente normativa. Pertanto, dall’importo della quota variabile, aggiunta l’IVA, ai sensi della normativa vigente e in base al mix energetico (% di biomassa sul totale) che compone l’energia termica immessa e distribuita dalla rete di teleriscaldamento, potrebbe risultare deducibile un importo espresso in €/kWh che varia mensilmente.
  • A titolo puramente informativo viene fatto presente che il valore medio annuale del bonus fiscale riferito al mix energetico della zona di Merano nel 2023 era pari a circa 0,002123 €/kWh.

I vantaggi del teleriscaldamento

Come funziona il teleriscaldamento a Merano?

Il calore dell’impianto di teleriscaldamento a Merano viene prodotto in diverse centrali.

Prevalentemente si tratta di impianti a cogenerazione i quali possono produrre contemporaneamente energia termica ed energia elettrica, garantendo così un altissimo livello di efficienza energetica.

La rete di Merano

Rete esistente

Espansione della rete di teleriscaldamento a Merano

Vuoi allacciarti alla rete? Compila il form

Informazioni generali

Informazioni generali in merito alle modalità di realizzazione degli allacciamenti (secondo quanto previsto dalla delibera ARERA nr. 24/2018 art. 6)

Attività che sono eseguite dal Fornitore e risultano incluse nel corrispettivo di allacciamento

  • tutte le autorizzazioni necessarie ad esclusione di quelle in carico al richiedente;
  • lavori di scavo rinterro e ripristino della pavimentazione;
  • fornitura, saldatura e posa di tubazioni coibentate, pezzi speciali e accessori vari;
  • esecuzione fori sulle murature per il passaggio tubazioni;
  • fornitura e montaggio sottostazione;
  • collegamento sottostazione all’impianto elettrico e cavi segnali predisposti dal Cliente;
  • messa in servizio sottostazione.

Attività che sono eseguite dal Fornitore solo su richiesta dell’utente e che non sono incluse nel corrispettivo di allacciamento

  • sono tutte le attività non incluse nel corrispettivo di allacciamento né tra le attività in capo all’utente, ma espressamente richieste dallo stesso nella di richiesta di preventivo di allacciamento.

Attività che sono sempre in capo all’utente 

  • predisposizione alimentazione elettrica per la sottostazione e sua fornitura;
  • cablaggio segnali dell’impianto Cliente alla sottostazione;
  • ripristino definitivo del manto erboso, di piantagioni o coltivazioni in genere;
  • trasformazione/adattamento dell’impianto idraulico del Cliente al teleriscaldamento;
  • bonifiche di terreni inquinati di proprietà del Cliente;
  • ogni tipo di autorizzazione scritta e e firmata per l’attraversamento di terreni, fondi o altre proprietà di terzi con la condotta di allacciamento.

Criteri di determinazione dei corrispettivi di allacciamento per zona Merano e Lagundo

Obblighi informativi nei confronti degli utenti del servizio (secondo quanto previsto dalla delibera ARERA nr. 24/2018 art. 12)

Può presentare la richiesta di disattivazione tramite il modulo richiesta di disattivazione e_o scollegamento

Elenco attività del Fornitore a seguito della richiesta di disattivazione della fornitura di telecalore

Disattivazione

  • chiusura e sigillatura delle valvole di intercettazione al fine di isolare la sottostazione di scambio termico;
  • effettuazione della lettura di cessazione;
  • emissione della fattura di chiusura del rapporto contrattuale, sulla base della lettura di cui al precedente punto.

Nessun corrispettivo sarà applicato all’utente per la disattivazione della fornitura.

Assenza di vincoli temporali al recesso fatto salvo il periodo di preavviso minimo di un mese.

Obblighi informativi nei confronti degli utenti del servizio (secondo quanto previsto dalla delibera ARERA nr. 24/2018 art. 12)

Può presentare la richiesta di scollegamento tramite il modulo richiesta di disattivazione e_o scollegamento

Elenco attività dell’esercente a seguito della richiesta di scollegamento dell’allacciamento del Teleriscaldamento

Scollegamento

  • interruzione del circuito idraulico a monte della proprietà privata del Cliente, ove tale circuito non serva altri utenti;
  • rimozione di tutti gli elementi della sottostazione d’utenza nei casi in cui queste siano di proprietà del gestore;
  • disalimentazione di apparecchiature elettriche facenti parte dell’impianto di allacciamento;
  • presentazione di un’offerta per la rimozione delle ulteriori componenti della sottostazione d’utenza, qualora il contratto di fornitura preveda che queste siano di proprietà del Cliente.

Nessun corrispettivo sarà applicato all’utente per la disattivazione della fornitura.

Assenza di vincoli temporali al recesso fatto salvo il periodo di preavviso minimo di un mese.

Abiti a Merano? Il teleriscaldamento è green

Quota fissa per potenza installata (IVA escl.)

Categoria Potenza installata Quota fissa annua
1 0 – 15 kW 66 €
2 16 – 50 kW 231 €
3 51 – 100 kW 471 €
4 101 – 175 kW 835 €
5 176 – 250 kW 1.200 €
6 251 – 500 kW 2.407 €
7 >500 kW 3.502 €

Quota variabile per consumo su base annua (IVA escl.)

 Scaglioni di consumo progressivoQuota variabile Aprile 2024 (€/kWh)
1° scaglione≤ 50.000. kWh0,12402
2° scaglione50.001 – 100.000 kWh0,12302
3° scaglione100.001 – 150.000 kWh0,12202
4° scaglione150.001 – 200.000 kWh0,12102
5° scaglione200.001 kWh – 300.000 kWh0,12002
6° scaglione300.001 kWh – 500.000 kWh0,11902
7° scaglione> 500.000 kWh0,11802