Chiudi
Cerca nel sito
decarbonizzazione
06.06.2023
- 2 min

Beltrame e Alperia insieme verso la decarbonizzazione

decarbonizzazione
decarbonizzazione
decarbonizzazione

Case history: Beltrame punta alla riduzione del 40% delle emissioni di CO2.

Sono sempre di più le aziende private che hanno scelto di cogliere la sfida della riduzione delle emissioni di CO2, per una maggior sostenibilità ambientale in linea con l’obiettivo dell’Unione Europea: raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. 

Alcune hanno fissato obiettivi che richiedono profonde riduzioni delle emissioni lungo tutta la catena del valore, è il caso di AFV Beltrame Group gruppo siderurgico vicentino e primario produttore europeo di laminati mercantili. Beltrame ha definito un piano ambizioso per la decarbonizzazione, puntando a ridurre del 40% le emissioni di carbonio Scope 1 e 2 entro il 2030, rispetto al 2015.

Qui entra in gioco Alperia, provider altoatesino di servizi energetici oltre che produttrice di energia da fonti rinnovabili: “Alperia è pronta ad accompagnare le aziende nel percorso di decarbonizzazione. Lo facciamo con tutte le nostre competenze: dalla produzione di energia 100% green alla fornitura di prodotti e servizi per l’efficienza energetica, dalla mobilità elettrica ai sistemi di intelligenza artificiale. Con noi le aziende possono trovare tutte le competenze necessarie al raggiungimento della neutralità climatica, in un unico partner”, dichiara Francesco Campara, responsabile dei servizi di consulenza per le aziende di Alperia. 

Tra i risultati più evidenti del piano di decarbonizzazione dell’azienda vicentina c’è Chalibria, l’acciaio “carbon neutral”, che consente a chi lo acquista di ridurre le emissioni indirette di CO2. In questo caso, Alperia è intervenuta nel percorso di certificazione, occupandosi del monitoraggio e della compensazione delle emissioni generate dalla catena del valore (cradle to gate), seguendo una strategia consolidata all’interno di un pacchetto di servizi energetici offerti dal provider altoatesino per il raggiungimento dell’efficienza energetica e della riduzione dell’impronta carbonica. 

 

Energy Performance Contract 

Alperia ha, inoltre, accompagnato AFV Beltrame Group nello sviluppo di progetti di efficienza energetica seguendo il modello dell’Energy Performance Contract (E.P.C.). Secondo questo modello Alperia finanzia l’intervento, mentre il cliente gode dei benefici ottenuti pagando un servizio solo in funzione dell’effettivo risparmio energetico generato.

Con questo modello Beltrame ha potuto realizzare l’ammodernamento dei bruciatori per il riscaldo delle siviere e implementare il sistema di controllo avanzato (Alperia Sybil Industrial) per l’ottimizzazione dei processi di laminazione, lasciando ad Alperia l’impegno di finanziare i progetti e aumentando l’efficienza energetica del processo produttivo.

“Una realtà energivora come la nostra deve impegnarsi a bilanciare il proprio impatto con attività di riduzione dei consumi e delle emissioni” ha dichiarato Gianmaria Zanni, Energy and Decarbonization Manager di AFV Beltrame, “Questa è la filosofia del gruppo Beltrame, su cui la squadra che conduco, con la collaborazione di partner come Alperia, è fortemente impegnata per i prossimi anni”. 

Leggi anche