Chiudi
Cerca nel sito
lettura
12.06.2023
- 1 min

Green books: dieci letture per la tua libreria sostenibile

lettura
lettura
lettura

Quanto ne sappiamo di sostenibilità? Un modo efficace e coinvolgente per affrontare il tema è attraverso i libri. Sono sempre di più i testi che accompagnano lettori e lettrici alla scoperta della green culture. Abbiamo selezionato per voi alcuni titoli – irrinunciabili – per alimentare curiosità e conoscenze su climate change, e non solo. Buona lettura!

Lettere tra due mari

Lettere tra due mari

A volte, la voce intima e profonda della poesia è ciò che serve per riuscire a squarciare il velo dell’indifferenza rispetto a una tematica divisiva come quella dell’ambiente. La scrittrice danese Siri Ranva Hjelm Jacobsen recupera un linguaggio quasi sognante per raccontare ciò che era un tempo il nostro Pianeta e ciò che, forse, non sarà più.

In principio ricoperto da un’unica, felice, distesa di acqua, ha poi accolto la terra che, emergendo, ha separato tra loro mari e oceani. Creature sorelle che riprendono ora a parlarsi, immaginando di sommergere tutto e tornare a un’unità perduta. “Lettere tra due mari” è un modo per affrontare i cambiamenti climatici in corso sulla Terra in maniera non convenzionale, ma profondamente commuovente.

 

Editore: Iperborea

The Climate Book

L’autrice è già, di per sé, una garanzia. Parliamo della giovane attivista Greta Thunberg che con le sue battaglie non violente ha avuto la capacità di scuotere globalmente le coscienze sul tema ambientale. In “The Climate Book” ha riunito oltre cento esperti ed esperte di geofisica, oceanografia, meteorologia, ingegneria, economia e matematica, storia e filosofia, con l’obiettivo di ricostruire un quadro esaustivo su quale sia l’impatto del cambiamento climatico. Il tutto, puntando il dito contro il greenwashing. Obiettivo di Thunberg è, infatti, renderci sempre più consapevoli affinché sia facile – e inevitabile – scegliere che tipo di vita intraprendere. Perché la sostenibilità è, a tutti gli effetti, una nostra responsabilità.

 

Editore: Mondadori, Strade Blu

Clima come evitare un disastro. Le soluzioni di oggi. Le sfide di domani

Innovare significa avere la capacità e il coraggio di rispondere a sfide straordinarie attraverso idee rivoluzionarie. Bill Gates, tecnologo, imprenditore e filantropo, fondatore di Microsoft e presidente della Bill & Melinda Gates Foundation, applica lo stesso metodo al cambiamento climatico. Da dieci anni, avvalendosi della consulenza di esperti ed esperte in chimica, fisica, biologia e scienze politiche, sta studiando le cause e gli effetti del climate change. In questo libro, riporta non solo le principali evidenze emerse da questi studi, ma riflette anche sulle possibili soluzioni per evitare il disastro globale. Gates, in particolare, presenta le tecnologie che più saranno efficaci per ridurre le emissioni, per generare consumi efficienti, per arrivare alle emissioni zero. Al contempo, suggerisce quali politiche dovrebbero adottare le amministrazioni e in che modo ogni singola persona potrà dare il proprio contributo. Un programma concreto che, se seguito attentamente, ci porterà a raggiungere l’obiettivo più importate: smettere di rilasciare gas a effetto serra in atmosfera. Sfidante? Certo. Ambizioso? Anche. «Ma la buona notizia – assicura Gates – è che possiamo farcela».

 

Editore: La nave di Teseo

L'alfabeto della sostenibilità

In che modo le imprese possono contribuire alla sostenibilità? Il sociologo Francesco Morace e la giornalista Marzia Tomasin ci guidano alla scoperta delle best practice di 26 imprese, italiane e internazionali, che con il loro operato stanno lavorando per raggiungere i 17 Obiettivi di Sostenibilità dell’Agenda ONU 2030. Parliamo di impegni concreti nella difesa dell’ambiente, ma anche nell’inclusione e nel welfare. Da Patagonia a Olivetti, da Lavazza a Davines. Le storie raccontate dimostrano che, nonostante le difficoltà incontrate, la sostenibilità è una scelta possibile e vantaggiosa. Le spese da sostenere per aggiornare processi produttivi e organizzativi sono infatti ripagate dai cambiamenti generati in termini di maggiore efficienza, di reputazione e di nuovi paradigmi culturali. Quella che tutti noi siamo chiamati a giocare – aziende in primis – è, secondo gli autori, una partita a scacchi in cui ognuno ha una o più mosse strategiche da usare per poter raggiungere l’obiettivo. Gli unici sconfitti saranno coloro che non ci proveranno.

 

Editore: EGEA

Con la giusta energia

Elettricità, combustibili, biomasse: qual è la fonte migliore di energia? Quanta ne consumiamo al momento e quanta ne consumeremo in futuro? Esiste una fonte energetica “migliore” delle altre? Il divulgatore scientifico Simone Angioni presenta una mappa delle energie possibili. Con un linguaggio semplice e comprensibile, ci accompagna nell’analisi di petrolio, gas naturale, carbone, uranio, vento, sole, valutando ogni energia secondo parametri standard e facilmente confrontabili. Il tutto, con il chiaro intento di aumentare la consapevolezza circa le “energie migliori” da mettere in campo per ridurre l’impatto sul pianeta e generare futuri sostenibili.

 

Editore: Gribaudo

Verde e digitale

Combinare l’innovazione digitale con la sostenibilità ambientale è una delle più grandi sfide degli ultimi anni. Potremo riuscirci? E in che modo renderemo questa rivoluzione davvero inclusiva? A rispondere ci pensa Stefano Belletti, ingegnere gestionale e consulente indipendente, mostrando le strategie per un percorso di digital business transformation dal carattere green. A completare il suo racconto, ci sono 200 buone pratiche e 6 case histories di realtà italiane che sono riuscite a coniugare digitale e sostenibilità. Una missione a cui guarda con sempre maggiore interesse anche il mondo della finanza.

 

Editore: Edizioni Ambiente

Lo zen e l’arte di salvare il pianeta

Thich Nhat Hanh

Il poeta, maestro zen e attivista per la pace, candidato al premio Nobel da Martin Luther King nel 1967, Thich Nhat Hanh, offre una guida lucida alle sfide globali: cambiamento climatico, ingiustizie razzali, pandemie, disuguaglianze. Montagne che potremo scalare – o scavare, secondo la cultura buddhista – attraverso la meditazione. È solo guadando in profondità noi stessi, sostiene il monaco, che potremo porre rimedio al disastro che abbiamo generato nel pianeta e nelle nostre comunità. «Tutti noi – afferma – possiamo diventare un buddha per fare sì che il nostro pianeta abbia ancora una possibilità».

 

Editore: Garzanti

Vivere Greener

Se è vero che ognuno di noi ha un ruolo strategico nella partita del cambiamento climatico, è altrettanto vero che le leve da attivare per vivere in modo più sostenibile sono spesso poco conosciute e confuse. Per aiutarci a far evolvere le nostre abitudini, traghettandole verso un sistema meno consumistico e più rispettoso del pianeta, Valeria Melocchi di Make You Greener presenta “Vivere Green”. Un libro in cui spiega come fare piccoli passi verso una nuova consapevolezza seguendo il mantra del risparmio energetico ed economico, dalla gestione del carrello della spesa ai viaggi. Un utile manuale per capire come tutto sia connesso e come ogni piccolo gesto possa davvero fare la differenza.

 

Edizione: Cairo

Sostenibilità e profitto

Impresa fa rima con sostenibilità, sempre di più. È una questione etica, reputazionale, ma anche di nuova competitività. Di fatto, l’unica strategia vincente sul mercato. Ma è possibile essere sostenibili senza rinunciare al profitto? Cosa significa, in concreto, fare business sostenibile? E quali interventi legislativi potrebbero favorire la transizione green? Deborah Zani, CEO di Rubner Haus, e la giornalista Maria Chiara Voci, si confrontano con manager, esperti ed esperte, imprenditrici e imprenditori, per valutare come rendere questo binomio efficace e concretamente possibile. Si scoprirà che a unire profitto e sostenibilità saranno le metriche ESG – Environmental, Social e Governance. Fari a cui le autrici consigliano di aggiungere un ulteriore, fondamentale, parametro: la H – Healthy.

 

Editore: Mondadori

Io e i green heroes

La Commissione Europea stima che l’occupazione verde raggiungerà globalmente i 24 milioni di posti di lavoro entro il 2030, che diventeranno 60 milioni entro il 2050. E attenzione: non parliamo solo di lavori legati ai settori dell’energia, dell’edilizia, della mobilità elettrica, dell’efficienza energetica. Ogni ambito: dalla moda all’agricoltura, avrà ha la sua “carriera sostenibile”. Ma come si crea un’azienda green? Cosa rende un business etico? “Io e i Green Heroes” è il libro che racconta i champions dell’economia circolare, delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, del turismo slow e dell’inclusione. Un progetto narrato da Alessandro Gassman e sviluppato con l’ecologista e autrice Annalisa Corrado e i Kyoto Club, per raccontare le imprese più innovative, verdi e coraggiose d’Italia e ispirare altri intrepidi green heroes.

 

Editore: PIEMME

Leggi anche