Chiudi
Cerca nel sito
Nardi
24.05.2023
- 1 min

Le imprese che guardano al futuro scelgono l’energia “verde”

Nardi
Nardi
Nardi

Case history: Nardi Outdoor sceglie l’energia rinnovabile di Alperia.

Le grandi aziende, oggi più che mai, hanno la responsabilità di fare le scelte giuste per contribuire al processo di decarbonizzazione, essenzialmente attraverso la transizione energetica che permette di produrre energia al più basso impatto carbonico grazie all’utilizzo di fonti rinnovabili.

Le più attente scelgono di acquistare energia verde certificata direttamente dalle imprese che la producono. È il caso di Nardi, che ha siglato un contratto di compravendita energetica a lungo temine, un cosiddetto “Corporate Ppa” (power purchase agreement) con Alperia, secondo produttore nazionale di energia da fonte idroelettrica, garantendosi, così, la fornitura di energia verde da una specifica centrale: quella di Marlengo vicino a Merano.

Con i suoi 200 m di salto, la centrale di Marlengo è una delle 35 centrali Alperia ed è una delle più grandi dell’Alto Adige. Parte della sua produzione annuale, pari a circa 250 milioni di kWh di energia verde “DOC”, verrà fornita all’azienda vicentina, ambasciatrice nel mondo del design italiano nell’arredo outdoor, per la sua particolare attenzione alla sostenibilità e per l’affinità di valori condivisi.

Anna e Floriana Nardi, CEO: “La nostra scelta è legata alla coerenza con la vision aziendale e va a implementare gli obiettivi di sostenibilità che l’azienda persegue da tempo. Dalla scelta delle materie prime, alla gestione degli scarti di produzione, dalla scelta degli imballaggi all’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, tutto è rivolto ad agire in un’ottica di ottimizzazione dell’efficienza energetica e riduzione dei rifiuti con l’obiettivo di fornire prodotti di alta qualità, sicuri e a basso impatto ambientale”.

imballaggi

Per Nardi Outdoor la fornitura di energia da fonti rinnovabili è solo una delle tante azioni virtuose intraprese in termini di difesa dell’ambiente. Tra queste:

  • L’utilizzo di polipropilene e alluminio riciclabili al 100% nella realizzazione degli arredi e di tessuti sintetici certificati Oeko-tex standard 100 (attestazione di ecocompatibilità dei processi e degli stabilimenti dei produttori).
  • La produzione di una linea di arredi in plastica riciclata, a loro volta riciclabili, nell’ambito del programma Regeneration e la re-immissione nel ciclo produttivo di sfridi e scarti di lavorazione in polipropilene.
  • Impianti produttivi a basso impatto ambientale: presse a iniezione ibride, impianti fotovoltaici, un nuovo impianto adiabatico in fase di completamento per eliminare del tutto il consumo d’acqua e una produzione a ciclo continuo per evitare gli sprechi dovuti al fermo macchina.
  • L’utilizzo di imballaggi di cartone e PELD composti in larga misura da materiale riciclato.
  • L’adesione a Der Grüne Punkt, marchio protetto a livello internazionale e primo sistema al mondo per il riciclo degli imballaggi e per il loro utilizzo coerente con un’economia circolare, nell’ambito del quale riceviamo annualmente il Green Dot Eco Certificate che attesta in modo scientifico il nostro contributo.

Attraverso queste scelte e la fornitura di energia verde al 100%, Nardi realizza proposte per l’arredo outdoor pensate per il benessere delle persone e che si distinguono per qualità, sicurezza e basso impatto ambientale, dimostrando, come Alperia, un impegno concreto nel cammino verso la decarbonizzazione e la difesa dell’ambiente per un domani più vivibile anche per le generazioni future.

regeneration

Leggi anche